Pisa: Rapinata Sala Slot Vlt Admiral

slot vlt admiralUltimante, Pisa sembra presa di mira da una coppia di ladri che rapina le sale slot vlt della città.
 
Infatti, dopo la rapina di qualche settimana fa alla sala slot vlt Suite in via Pratale, pochi giorni fa, è stata effettuata una rapina fotocopia alla sala slot vlt Admiral in via Matteucci.
 
Ancora una volta, due rapinatori con il volto coperto hanno fatto irruzione nella sala slot vlt e hanno effettuato il colpo. I due si sono presentati nella sala alle 4 di venerdì mattina del 24 aprile ed hanno minacciato l’unica dipendente presente, con la pistola, per farsi consegnare tutto il denaro presente.
 
I due uomini si sono poi allontanati con un bottino di circa 10.000 euro, per fortuna senza fare del male alla dipendente della sala slot vlt.
 
La rapina non è durata più di pochi secondi e si è svolta senza feriti e senza alcun testimone, visto che al momento della rapina la persona rapinata era completamente sola, così come era già successo nella rapina di via Pratale.
 
Si pensa che i due rapinatori siano due uomini dell’Est che effettuano i colpi armati e coperti con passamontagna e guanti. Mentre nella precedente rapina avevano operato verso l’una di notte, questa volta hanno iniziato alle 4 del mattino sempre in assenza di clienti.
 
Come detto anche dalla vittima, il colpo è stato davvero veloce e molto redditizio per i malviventi.
 
Adesso, sull’avvenuto, stanno indagando gli agenti della squadra mobile di Pisa sotto la direzione della dottoressa Rita Sverdigliozzi che afferma che le analogie tra i due colpi sono tante ed evidenti sia per lo svolgimento che per la scelta del bersaglio.
 
In pratico, i due rapinatori entrano in azione in orari in cui si può approfittare dell’assenza di clienti e dove il personale presente è poco rispetto a quello che si potrebbe trovare in orari di maggior afflusso. Inoltre, i rapinatori danno inizio alla rapina quando è possibile trovare un maggiore incasso e quando è possibile trovare minori controlli.
 
Le indagini hanno avuto inizio con il controllo delle telecamere di sorveglianza e dal racconto effettuato dalla malcapitata dipendente.